Il grattacielo Italia si rinnova con LEED®

Il grattacielo Italia si rinnova con LEED®
28 Luglio, 2016 MDS

Palazzo Italia è un prestigioso edificio direzionale che si trova nel cuore dell’EUR, il quartiere romano nato per l’Esposizione Universale di Roma del 1942, esposizione che non ebbe luogo a causa della guerra.

Anche chiamato ‘grattacielo Italia’, fu progettato dall’architetto Luigi Mattioni nel 1953, ultimato nel 1961. L’edifico di due piani interrati, destinati a magazzini e autorimesse, una grande hall di ingresso al piano terra e 18 piani soprastanti tutti destinati ad uffici rappresenta il punto d’incontro tra il contesto dinamico e produttivo dell’epoca e la monumentalità dell’EUR.

Realizzato nel sedime che ospitava Teatro Italia si affaccia su Piazza Marconi, dove si trova anche la stele dedicata a Marconi, opera di Arturo Dazzi.

Il progetto di riqualificazione di Palazzo Italia realizzato dallo studio di architettura e ingegneria SPSK*, prevede, attraverso una rilettura della facciata originale, l’efficientamento dell’involucro edilizio in osservanza alle prescrizione dettate dalla vigente normativa in materia di contenimento dei consumi energetici e di abbattimento delle emissioni in atmosfera e una nuova organizzazione degli spazi interni adibiti ad ufficio tutto in chiave ecosostenibile dal momento che la proprietà intende  perseguire la certificazione LEED for Core & Shell 2009 come riferimento internazionale di certificazione della sostenibilità in edilizia.

All’interno di questo quadro, Macro Design Studio ha realizzato per l’impresa di costruzioni romana CON.FA.RO la consulenza LEED per la fase di strip out e demolizione, ovvero le operazioni di smontaggio e rimozione selettiva di strutture non portanti, preliminare ad una ristrutturazione integrale dell’edificio. Tali attività si sono sviluppate in tre diversi periodi, visto che era necessario garantire la continuità lavorativa delle aziende insediate nell’edifico.

Macro Design Studio ha elaborato il Piano di Controllo dell’Erosione e Sedimentazione (Erosion and Sedimentation Control Plan – ESC plan), implementato le pratiche del cantiere sostenibile ed effettuato regolari ispezioni, inoltre ha sviluppato il Piano di Gestione dei Rifiuti da Costruzione (Construction Waste Management Plan – CWM plan), gestendo le quantità di rifiuto che, opportunamente differenziato in sito, è stato conferito ai centri di recupero e riciclaggio, riuscendo a rimanere sotto il 2% di percentuale di rifiuto conferito in discarica, ottenendo quindi un ottimo risultato.

E’ stata erogata specifica formazione al personale di CON.FA.RO affinché fosse in grado di gestire in modo corretto il cantiere e di sanare le non conformità che si sarebbero potute verifica durante le attività di cantiere.

Siamo ormai arrivati alla terza ed ultima fase delle attività di competenza di CON.FA.RO che si concluderanno durante l’estate. Rimaniamo in attesa di vedere concluso il ‘grattacielo Italia’ nella sua nuova veste.

Per chi invece volesse approfondire i temi della gestione del cantiere sostenibile secondo il protocollo LEED Macro Design Studio organizza a Rovereto il prossimo 18 novembre un corso di formazione specifico per imprese e progettisti.